Come fare intaglio ricamo


scuola intaglio ricamo

Per realizzare il ricamo ad intaglio, è una particolare tecnica di ricamo conosciuta anche con il nome di Guipure; ed è ilricamo per eccellenza. Si tratta di un'arte diventata molto popolare tra il XVI e il XVII secolo, ed ancora oggi continua ad essere di gran moda. Il ricamo viene eseguito tono su tono, su tessuti di lino bianco con fili di ricamo bianchi o conlini di colore avorio e fili di ricamo avorio, il ricamo a intaglio è utilizzato per decorare sia la biancheria per la casa che gli indumenti.
Nacque inizialmente per imitare i meravigliosi capolavori veneziani, merletti e ricami molto pregiati eseguiti dalle donne per impreziosire la biancheria dellenobili signore della società. Questo tipo di ricamo, risultò in quel periodo accessibile anche al medio e basso ceto perché meno costoso rispetto alle trine veneziane, che si erano diffuse in tutta Europa intorno all'ottocento.

Assicurati di avere a portata di mano:agofilostoffa di lino o cotone; molto compattaPer l'esecuzione di questoricamo sono necessari oltre all'ago da ricamo, di spessore proporzionato a quello del filato e sempre a punta aguzza; occorrono forbicine affilate diritte e ricurve. Il telaio non è necessario, ma si può stendere una carta cerata sotto il tessuto in modo che, aderendo leggermente alla carta, questo possa restare più teso.l primo passo per effettuare il ricamo, è quello di riportare il disegno sulla stoffa.
Una volta riportato il disegno, si procede a delimitare il contorno del motivo a punto filza. I punti devono essere eseguiti in modo regolare per avere un risultato finale uniforme e omogeneo.
Quando si incontra una barretta dei punti a filza realizzati precedentemente, si lancia il filo sul lato opposto; fermandolo con un piccolo punto.  Si ripete poi questo movimento in modo alternato per tre volte, ottenendo tre fili ben tesi.. 

A questo punto, occorre ricoprire i fili lanciati con il punto festone; e proseguire con il punto filza lungo i contorni fino ad incontrare la berretta successiva. Il punto festone, è il punto più importante che è necessario conoscere per realizzare il ricamo ad intaglio; infatti esso serve per eseguire bordi decorativi e contorni. Il punto festone deve essere eseguito con punti molto fitti e compatti fra loro, in modo che il lavoro risulti ben consistente ai 

Per terminare il ricamo, è ora necessario tagliare con molta cura il tessuto sottostante le barrette e lungo la costina del punto festone. È importante fare attenzione che la costina del punto festone, si trovi sempre rivolta verso la parte di tessuto da tagliare.




Punto palestrina

Punto palestrina

Quelle che seguono sono le note tradotte della popolare pubblicazione polacca dell'autrice Joanna Jakuszewska dedicata interamente al ricamo ad intaglio.
Haft Richelieu

Il ricamo RICHELIEU può essere realizzato su qualsiasi tipo di stoffa, per quanto si consigli soprattutto il lino. È necessario scegliere il filo a seconda dello spessore della stoffa. Possono essere utilizzati fili in cotone, seta o fili appositi per ricamo. La stoffa deve essere ben asciutta e tesa. È possibile quindi riportare i motivi sulla stoffa tramite i decalcabili e i cartamodelli che trovate nella pubblicazione. Il foglio nr. 24 contiene tutti i motivi da stirare e ricalcare.


  • Realizzazione del ricamo
    Ricamate il motivo disegnato con un'imbastitura doppia o un punto catenella. Questo supporto serve a rafforzare il ricamo e rende il disegno convesso e ben visibile in contrasto sulla stoffa.


    Lasciate sul fronte della stoffa dei piccoli spazi con dei punti ricamati e ben stretti. Scegliete a piacere il numero di capi da utilizzare a seconda dello spessore della stoffa e del risultato che volete ottenere.
    Fate attenzione a non puntare l'ago sulla parte di stoffa che sarà tagliata via successivamente. Ricamate quindi il motivo lungo il bordo così che risulti ben stretto e non sfili quando taglierete la stoffa non necessaria.




  • Cerchio
    Ricamate il bordo delle figure a cerchio ripassandolo una o due volte. Fate attenzione a ricamare cerchi regolare! Tenete ben tesa la tela controllando che il ricamo non venga spezzato. Chiudete il ricamo con un punto ben stretto.




    Toledo
    Ricamate il motivo tirando i fili necessari e ritagliandoli nella parte sinistra della stoffa. Chiudete poi la rete con un filo lì dove i fili si incrociano. Dopodiché, ricamate il bordo del disegno verso l'interno.



     
  • Fase finale del ricamo
    Lavare e inamidare il modello. Stirare la stoffa ancora umida bagnata su una superficie morbida. Fate attenzione a ritagliare per bene la stoffa, senza intaccare i punti che fissano il ricamo.

    Una volta tagliata la stoffa in eccesso, stirare ancora una volta il ricamo sul retro.

    Arrotolare la stoffa ricamata, non piegatela.
  • Il ricamo a intaglio

    Il ricamo a intaglio è una forma di lavoro a giorno divenuta popolare nel sedicesimo secolo e di moda ancora oggi. Viene applicato sopratutto per decorare tovaglie, copriletti, tende, centrini,  camicette e vestiti.
    In pratica il ricamo a intaglio consiste nel disegnare un motivo sul tessuto, ricamarlo e poi tagliare il tessuto di fondo. Il traforo può essere più o meno largo secondo il disegno e il tessuto da ricamare. Tutti i punti d'intaglio richiedono notevole precisione per ottenere ricami con effetto di particolare reffinatezza.

    Il procedimento di base per il ricamo a intaglio è abbastanza semplice. I due punti principali sono il punto festone e il punto filza. I motivi sono dapprima disegnati con il punto filza. poi sopra queste linee si lavora a punto festone. Attenzione a essere ben sicuri di sapere quale lato della linea di un motivo sarà ritagliato; il punto festonedeve essere fatto in modo che la costa si trovi lungo il margine tagliato. Se la stoffa verrà tagliata su entrambi i lati di una linea, il contorno può essere fatto con un doppio punto festone (due righe del punto base che si frotneggiano leggermente sovrapposte al centro.

    Per essere sicuri di riconoscere le parti che saranno ritagliate, marcarle prima di iniziare il punto festone. Sulle decalcomanie in commercio, le parti vuote sono spesso indicate con una "X" che viene ricalcata sul tessuto. Se si crea un proprio disegno, si può usare un metodo simile.

    Clicca sulle immagini per vederle nelle dimensioni reali. 

    Come si esegue un ricamo a intaglio:



  • Il ricamo a intaglio: i punti a intaglio


    Per eseguire un ricamo a intaglio è necessario conoscere i punti che ci occorrono per la sua lavorazione. Ecco di seguito i  più utilizzati per questa tecnica di ricamo.

    Come si esegue il punto festone e il punto festone doppio


    punto festone

    Procedendo da destra verso sinistra eseguite una filza regolare lungo la linea sulla quale volete eseguire il punto festone. Lavorando poi da sinistra verso destra e tenendo all'interno un filo di imbottitura Continuate con un susseguirsi di punti uguali fra loro.


    Come si esegue il punto filza:

    Il punto filza è il punto più semplice del ricamo e può essere eseguito sia come punto di riempitura di una zona più o meno vasta sia come punto di contorno. Per la sua esecuzione procedete lavorando da destra verso sinistra in senso orizzontale. Se volete eseguire una filza regolare uscite con l'ago sul diritto del lavoro, tralasciate un numero determinato di fili del tessuto, passate con l'ago sul rovescio del lavoro e uscite sul diritto spostandovi a sinistra di tanti fili del tessuto quanti erano quelli tralasciati nel primo punto. Volendo invece eseguire un punto filza irregolare, fate i punti evidenti al diritto del lavoro più o meno lunghi rispetto al punto che lascia in evidenza il tessuto.

     Come si esegue il punto cordoncino:


    Il punto cordoncino si esegue in due tempi: dapprima passate una filza regolare lungo la linea del disegno poi, tenendo all'interno un filo di imbottitura più o meno grosso a seconda del rilievo che volete dare, eseguite il punto cordoncino: procedete da sinistra verso destra lanciando dei punti verticali molto vicini gli uni agli altri che coprano la filza e trattengano l'imbottitura.
    Come si esegue il punto pieno:

     Il punto pieno di solito è impiegato nell'esecuzione di fiori e foglie senza venatura. La sua caratteristica è il rilievo dato da un'imbottitura a punto filza regolare molto fitta, eseguita scambiando i punti ad ogni giro. Un altro sistema di imbottitura, che dà maggior rilievo, si ottiene lavorando più giri di punto catenella. Dopo aver imbottito il disegno ricoprite l'imbottitura stessa mediante punti lanciati cercando di dare una tensione uniforme a tutti i punti. Per una migliore riuscita del ricamo è bene mettere il lavoro al telaio.


    Come si esegue il punto catenella semplice


    Come si esegue il punto indietro (o impuntura semplice)



    Come si esegue il punto inglese:


    Il punto inglese è un punto molto usato nei ricami a intaglio. La tecnica di esecuzione è abbastanza semplice. Passate una filza sui contorni del disegno. Con delle forbici ben appuntite intaccate il tessuto al centro del disegno. Poi, tenendo un filo di imbottiutra, eseguite il motivo a punto cordoncino molto fitto e regolare piegando via via il tessuto sul rovescio del lavoro. Se il motivo a punto inglese è grande, imbastite la parte da ricamare su della carta telata che servirà da telaio. Alla fine del lavoro staccate la carta telata e tagliate a filo, sul rovescio del lavoro il tessuto eccedente.

    Come si esegue il punto pisano.


    Il punto pisano è forse il più comune tra i punti a intaglio. Imbastite la parte da ricamare su carta telata. Fate una prima filza lungo i contorni del disegno. Riprendete quindi una seconda filza scambiando i punti rispetto alla prima filza. Giunte al punto in cui è segnata la barretta lanciate per 3 volte il filo fermandolo sui contorni del disegno. Ricoprite i tre fili lanciati a punto cordoncino senza prendere il tessuto e proseguite fino a completare la seconda filza. A questo punto intaccate il tessuto al centro del disegno e sulla linea del disegno stesso lavorate a punto cordoncino molto fitto e rogolare rigirando via via il tessuto sul rovescio del alvoro. Alla fine del lavoro staccate la carta telata e tagliate il tessuto eccedente sul rovescio. 
  • Il ricamo a intaglio: i punti a intaglio


    Per eseguire un ricamo a intaglio è necessario conoscere i punti che ci occorrono per la sua lavorazione. Ecco di seguito i  più utilizzati per questa tecnica di ricamo.

    Come si esegue il punto festone e il punto festone doppio


    punto festone

    Procedendo da destra verso sinistra eseguite una filza regolare lungo la linea sulla quale volete eseguire il punto festone. Lavorando poi da sinistra verso destra e tenendo all'interno un filo di imbottitura Continuate con un susseguirsi di punti uguali fra loro.


    Come si esegue il punto filza:

    Il punto filza è il punto più semplice del ricamo e può essere eseguito sia come punto di riempitura di una zona più o meno vasta sia come punto di contorno. Per la sua esecuzione procedete lavorando da destra verso sinistra in senso orizzontale. Se volete eseguire una filza regolare uscite con l'ago sul diritto del lavoro, tralasciate un numero determinato di fili del tessuto, passate con l'ago sul rovescio del lavoro e uscite sul diritto spostandovi a sinistra di tanti fili del tessuto quanti erano quelli tralasciati nel primo punto. Volendo invece eseguire un punto filza irregolare, fate i punti evidenti al diritto del lavoro più o meno lunghi rispetto al punto che lascia in evidenza il tessuto.

     Come si esegue il punto cordoncino:


    Il punto cordoncino si esegue in due tempi: dapprima passate una filza regolare lungo la linea del disegno poi, tenendo all'interno un filo di imbottitura più o meno grosso a seconda del rilievo che volete dare, eseguite il punto cordoncino: procedete da sinistra verso destra lanciando dei punti verticali molto vicini gli uni agli altri che coprano la filza e trattengano l'imbottitura.
    Come si esegue il punto pieno:

     Il punto pieno di solito è impiegato nell'esecuzione di fiori e foglie senza venatura. La sua caratteristica è il rilievo dato da un'imbottitura a punto filza regolare molto fitta, eseguita scambiando i punti ad ogni giro. Un altro sistema di imbottitura, che dà maggior rilievo, si ottiene lavorando più giri di punto catenella. Dopo aver imbottito il disegno ricoprite l'imbottitura stessa mediante punti lanciati cercando di dare una tensione uniforme a tutti i punti. Per una migliore riuscita del ricamo è bene mettere il lavoro al telaio.


    Come si esegue il punto catenella semplice


    Come si esegue il punto indietro (o impuntura semplice)



    Come si esegue il punto inglese:


    Il punto inglese è un punto molto usato nei ricami a intaglio. La tecnica di esecuzione è abbastanza semplice. Passate una filza sui contorni del disegno. Con delle forbici ben appuntite intaccate il tessuto al centro del disegno. Poi, tenendo un filo di imbottiutra, eseguite il motivo a punto cordoncino molto fitto e regolare piegando via via il tessuto sul rovescio del lavoro. Se il motivo a punto inglese è grande, imbastite la parte da ricamare su della carta telata che servirà da telaio. Alla fine del lavoro staccate la carta telata e tagliate a filo, sul rovescio del lavoro il tessuto eccedente.

    Come si esegue il punto pisano.


    Il punto pisano è forse il più comune tra i punti a intaglio. Imbastite la parte da ricamare su carta telata. Fate una prima filza lungo i contorni del disegno. Riprendete quindi una seconda filza scambiando i punti rispetto alla prima filza. Giunte al punto in cui è segnata la barretta lanciate per 3 volte il filo fermandolo sui contorni del disegno. Ricoprite i tre fili lanciati a punto cordoncino senza prendere il tessuto e proseguite fino a completare la seconda filza. A questo punto intaccate il tessuto al centro del disegno e sulla linea del disegno stesso lavorate a punto cordoncino molto fitto e rogolare rigirando via via il tessuto sul rovescio del alvoro. Alla fine del lavoro staccate la carta telata e tagliate il tessuto eccedente sul rovescio. 


  • Nessun commento:

    Posta un commento

    Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.