Come si lavora con la forcella


Con la forcella, si possono confezionare all'uncinetto strisce decorative simili alle frange. Queste strisce possono essere unite insieme, e si ottengono scialli, giacchette da letto, camicette traforate o golfini per neonato di grande effetto. La forcella, che si può acquistare in ogni negozio di merceria, esiste in misure diverse che permettono di ottenere strisce di varie altezze. Per mezzo dell'uncinetto si formano sulla forcella degli occhielli, che vengono fissati al centro con una lavorazione a punto alto o a punto basso. 
Ma vediamo nel dettaglio come si usa questo strumento:

Come si tiene la forcella: con la mano sinistra si afferra la sbarretta di sinistra della forcella, trattenendola tra il pollice e l'indice, con le punte rivolte verso l'esterno; con l'anulare e il mignolo della mano destra invece, si trattiene la sbarretta di destra. In tale posizione sarà possibile manovrare regolarmente l'uncinetto con il pollice, l'indice e il dito medio. Il filo sarà trattenuto dalla mano sinistra.

Come si lavora: si forma un'asola come per iniziare un punto catenella e se ne infila un capo nella sbarretta di destra poi si introduce l'uncinetto al centro. * Si avvolge il filo intorno alla sbarretta di sinistra facendolo passare da sopra a sotto, poi si voltano forcella e uncinetto e si esegue al centro un punto basso, prendendo soltanto il filo superiore dell'occhiello; si ripete da *.
Quando la forcella sarà piena di punti, si sfileranno tutti quanti e si rimetteranno a posto soltanto gli ultimi tre occhielli, lasciando che gli altri cadano verso il basso. Si continua sempre così fino ad ottenere una striscia della lunghezza desiderata.

Alcune variazioni.

Per ottenere occhielli più corti e una lavorazione più larga al centro si possono eseguire due o tre punti bassi invece di uno; le strisce saranno più adatte per essere unite insieme.
Eseguendo al centro un punto basso e due punti alti la lavorazione centrale presenterà un andamento a zig-zag molto decorativo
Eseguendo i punti su entrambi i fili dell'occhiello, anzichè solo su quello superiore, si otterrà un lavoro più fitto.
Un effetto ancora diverso si otterrà lavorando al centro uno o due punti alti su entrambi i fili dell'occhiello, oppure un doppio punto alto, che verrà chiuso in tre riprese. 
Al centro della forcella si può eseguire un punto colonnina, avvolgendo tre volte il filo sull'uncinetto, facendo passare questo sotto i due fili dell'occhiello e avvolgendovi intorno nuovamente il filo. Si esegue quindi una maglia, si pone ancora il filo sull'uncinetto e si chiude il punto attraverso le cinque maglie presenti su di esso. 
La congiunzione delle strisce.
Le strisce si possono unire tra loro in vari modi, procedendo sempre da destra verso sinistra.

Si accostano gli occhielli di due strisce, ed entrando con l'uncinetto nel primo occhiello superiore e poi nel primo occhiello inferiore, si esegue un punto basso, si continua così fino alla fine.
Si congiungono a punto basso gli occhielli di due strisce, riunendoli a gruppi di tre ed eseguendo ogni volta tra un punto basso e l'altro un punto catenella. 
Gli occhielli di due strisce si possono unire senza usare il filo, intrecciandoli semplicemente tra loro: si accavallano con l'uncinetto i primi due occhielli di ciascuna striscia, e, dopo aver ottenuto il primo punto, si infila l'uncinetto dentro l'occhiello successivo della striscia superiore, lo si afferra e lo si intreccia al punto già esistente, quindi si esegue la stessa operazione con l'occhiello della striscia inferiore; si continua sempre così alternando ora l'uno ora l'altro, fino alla congiunzione completa.

Fonte:http://professione-donna.blogspot.it/

Guarda questo video


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.