Come si lavora il "chiacchierino"










La lavorazione del pizzo chiacchierino si basa sull'esecuzione di un semplice nodo che viene fatto in due riprese e che forma l'elemento base ed essenziale del pizzo. Per fare i nodi si usa una navetta su cui si avvolge il filo. Lavorando con una sola navetta si ottengono cerchi, mentre per realizzare semicerchi o archi occorrono due navette o una navetta e un gomitolo.




Per vedere le immagini nelle dimensioni reali e leggere le spiegazioni, cliccaci sopra.




Una spiegazione ci viene data dall'autrice del video che vi presento qui sotto.
Mi sembra abbastanza chiara. Io purtroppo non ho mai lavorato il chicchierino...e non saprei come fare per aiutarvi a comprenderlo.  




Scuola di chiacchierino ad ago - 1a Lezione - I Nodi


In collaborazione con la casa editrice Nuova S1 vi proporremo una serie di tutorial dedicati a varie tecniche di ricamo tradizionale.
Ecco il primo estratto dal libro "Natale con il chiacchierino ad ago" di Alicja Kwartnik pubblicato su gentile concessione della casa editrice Nuova S1.
Se siete interessate all'argomento e volete informazioni sul volume le trovate nel nostro shop alla pagina "Natale con il chiacchierino".
I prossim argomenti della Scuola di chiacchierino saranno "Il nodo doppio e il pippiolino".
I nodi del chiacchierino ad ago non sono difficili da eseguire,  comunque, prima  di iniziare, vi consiglio di fare qualche esercizio per memorizzare tutti i passaggi. Ve lo consiglio per due motivi: in primo  luogo  è molto  noioso,  quando  si inizia  la realizzazione  di un oggetto, dover  sempre ritornare alle pagine che spiegano la tecnica (addirittura con poca esperienza ci si perde facilmente e ci si scoraggia); secondo, la buona conoscenza della parte tecnica vi permetterà di seguire meglio l'aspetto estetico di un oggetto. (Gli aghi da chiacchierino sono acquistabili anche nel nostro shop).
Mezzo nodo A
NC-L2
Infilate l'ago senza tagliare  il filo dal gomitolo. Tenetelo insieme al filo con l'indice e il pollice della mano destra a distanza di circa 30 cm dall'inizio. Avvolgete  il filo che proviene dal gomitolo intorno all'indice  della mano sinistra (fig. 1). Eseguite il nodo seguendo le fig. 2 e 3. Bloccatelo sull'ago con l'indice   della  mano  destra  e  continuate  a  fare  i nodi  finché  non  avrete   memorizzato  bene l'esecuzione.NC-L2b
Noterete che i nodi tendono a girare; in questo  caso, girate  il filo intorno all'ago (fig. 4) e continuate.
Si creerà una specie di spirale (fig. 5). Ora tirate  l'ago e fate scorrere il filo attraverso i nodi (fig. 6).
Usando lo stesso campione, potete ripetere l'operazione  per imparare meglio.  In questo  caso tenete  tra l'indice  e il pollice  l'ago  insieme  al cordoncino appena    fatto ed eseguite un'altra  fila di nodi (fig. 7).

Mezzo nodo B
NC-L2c
Per eseguire  il nodo, che ho chiamato  mezzo  nodo  B (per  distinguerlo da quello  precedente), bisogna avvolgere il filo intorno all'indice della mano sinistra in modo che la parte che porta all'ago si trovi fra l'indice e il pollice (fig. 8).
Fate il primo  nodo seguendo le figure  9 e 10, sempre a distanza di circa 30 cm dall'inizio del filo. Bloccatelo con l'indice della mano destra e continuate finché non avrete memorizzato bene il procedimento.NC-L2dAnche in questo caso, noterete che i nodi  tendono a  girare  (nel  senso opposto rispetto ai nodi precedenti), quindi ogni tanto girate il filo intorno all'ago seguendo la freccia della figura  11. Tirate  l'ago  (fig.  12).  Avete creato un cordoncino a spirale (fig. 13).
Usando lo stesso campione continuate l'esercizio, posizionando l'ago molto vicino all'ultimo dei nodi già eseguiti (fig. 14).
Su Hobbydonna Scuola di ricamo potete trovare anche:



Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.