Visualizzazione post con etichetta Calze di Lana. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Calze di Lana. Mostra tutti i post

giovedì 9 ottobre 2014

calzino fatto maglia



Avviare con il gioco di ferri 56 maglie e distribuirle su 3 ferri, lavorare in circolare per 50 giri.

 Diminuire 4 maglie, ottenendo 52 punti, e proseguire a maglia rasata per  altri 14 giri.

 A questo punto, suddividere il lavoro a metà, quindi 52:2=26 su di un ferro, gli altri 26 punti suddividerli a metà sugli altri 2 ferri; si otterranno quindi 26 punti + 13 +13 su tre ferri.
Proseguire sulle 26 maglie (dietro del calzino) per formare il calcagno, partendo sul diritto del lavoro, senza mai lavorare la prima maglia, per 18 giri.
 Terminati i 18 giri, iniziare il tallone sul rovescio del lavoro: lavorare 11 maglie a rovescio, ancora 4 maglie (che saranno le centrali) poi 2 maglie insieme a rovescio, infine 1 maglia.
Girare il lavoro sul diritto: passare il primo punto (l’ultimo lavorato), lavorare a diritto le 4 maglie, 1 accavallato prendendo l’ultimo punto lavorato più un punto di quelli lasciati in sospeso, più 1 altro punto a diritto.
Girare il lavoro e lavorare a allo stesso modo finché si sono lavorati tutti i punti sospesi, ne dovrebbero rimanere 16; il risultato dovrebbe essere una conchiglia con un motivo a triangolo.


 A questo punto, riprendere i punti laterali, quelli risultati dalla lavorazione separata del tallone, riprendendo il filo più interno, così che ne risulti un bel bordo, per le misure indicate dovrebbero essere 9.
Ora, dovremmo avere 16 punti sul tallone, 9 su entrambi i lati, 13 + 13 che avevamo lasciati sospesi.
Per il gherone, iniziare a diminuire ai lati (i 9 punti ripresi) in questo modo; diminuire l’ultimo punto dei 9 laterali ripresi, nella parte superiore, verso la gamba, effettuando 1 accavallato, lavorare i 13+13, diminuire il primo punto degli altri 9 laterali, lavorando 2 maglie insieme, infine lavorare i punti del tallone.
Ripetere fino a che, sui lati, rimarranno 17 punti (4 dei 9 ripresi + 13 sospesi).
 A questo punto avremo diminuito e creato il gherone.
Formare il piede, proseguendo la lavorazione con gioco di ferri per 50 giri.
 A questo punto bisognerà formare la punta del piede, quindi bisognerà iniziare a diminuire, con accavallati regolari, in base al modello, fino a rimanere con 2 punti per ferro.
Io ho scelto la diminuzione a fascia; ho diviso le maglie su 4 ferri in questo modo, 13+12+12+13, diminuendo 4 maglie ogni due ferri per 4 volte così; lavorare 10 maglie, poi 1 accavallato, 2 maglie diritte, 2 maglie insieme, 18 maglie diritte, 2 maglie insieme, 2 maglie diritte, 1 accavallato, 10 maglie diritte.
Ripetere le stesse diminuzioni ogni ferro fino a rimanere con 2 maglie per ferro, controllando che le 2 maglie diritte tra le due coppie di diminuzioni, siano sempre lavorate regolarmente, così da formare un motivo a fascia ai lati della punta.
Tagliere il filo a circa 20 cm e passarlo all’interno dei punti rimasti, con un ago a punta arrotondata. Tirare il filo e saldare all’interno.
 Per ottenere la punta si può effettuare anche diminuzione a stella;  in questo caso le diminuzioni non si eseguono ai due lati bensì a distanza regolare su tutta la punta. Per eseguire questo tipo di diminuzione occorre avere un numero di maglie pari.

venerdì 12 settembre 2014

come fare le calze di lana con i 5 ferri

OCCORRENTE:
1 gomitolo di lana media, 4-4,5 mm, un set di 5 ferri a doppia punta misura 3,5 mm, uncinetto sottile, ago da lana, contagiri.

AVVIO GAMBALE:
avviare 48 punti, suddividendoli su 4 ferri= 12 punti per ogni ferro
Avviare la lavorazione in tondo alternando 2 dritti a 2 rovesci, a formare la costa. Proseguire per 4 cm con questa lavorazione.
DIETRO DEL TALLONE:
Sul primo ferro lavoro 12 punti a diritto e sempre con lo stesso ferro (elimino il 5 ferro di lavoro) lavoro i successivi 11 punti a diritto e passo il dodicesimo senza lavorarlo.
(Avrò 24 punti su un unico ferro, una forma triangolare con gli altri due ferri. Procederò con la lavorazione del solo ferro con i 24 punti, come se stessi lavorando una sciarpa, girando il lavoro dalla parte dritta e dalla parte rovescia)
giro il lavoro
passo una maglia senza lavorarla, lavoro i rimanenti 23 punti a rovescio
giro il lavoro
*passo una maglia senza lavorarla, eseguo un diritto*; eseguo da * a * fino alla fine del ferro
Ripeto questa coppia di ferri 11 volte ancora.
TALLONE:
Lavorando sempre lo stesso ferro con i 24 punti, lavoro 12 punti a diritto + 4 (in totale 16 punti a diritto)
giro il lavoro
passo 1 maglia senza lavorarla, lavoro a rovescio 7 maglie
giro il lavoro
passo 1 maglia senza lavorarla, lavoro a diritto 8 maglie
giro il lavoro
passo 1 maglia senza lavorarla, lavoro a rovescio 9 magiie
giro il lavoro
passo una maglia senza lavorarla, lavoro a diritto 10 maglie
giro il lavoro 
passo 1 maglia senza lavorarla, lavoro a rovescio 11 maglie
POI SUL DRITTO DEL LAVORO:
*passo 1 maglia senza lavorarla, lavoro a diritto 10 maglie, lavoro insieme a diritto la 11esima e la 12esima maglia
giro il lavoro
passo 1 maglia senza lavorarla, lavoro a rovescio 10 maglie, lavoro insieme a rovescio la 11esima e 12esima maglia
giro*
Ripeto da * a * finché non mi restano sui ferro 12 maglie totali.

DIMINUZIONI CAVIGLIA:
AVREMO 12 MAGLIE PER 3 FERRI. 
Prendo il quarto ferro e lavoro 6 maglie dell'ultimo ferro lavorato su quest'ultimo. In questo modo il tallone verrà diviso in due e la parte sinistra del tallone sarà il nuovo inizio del mio lavorare in tondo.
AVREMO NUOVAMENTE 4 FERRI CHE REGGONO IL LAVORO 
Comincio a lavorare a diritto le 6 maglie del ferro di sinistra del tallone (primo ferro) e sempre con lo stesso ferro procedo a raccogliere le 12 maglie sulla parte laterale del tallone (vedi VIDEO!!!)
avrò quindi un primo ferro con 6+ 12 maglie lavorate a diritto.
Prendo il quinto ferro e lavoro a diritto i ferri 2 e 3.
Con il quinto ferro raccolgo 12 maglie sulla parte laterale del tallone, e lavoro sempre sullo stesso ferro a diritto gli ultimi 6 punti dell'ultimo ferro.
AVRO' ANCORA 4 FERRI CHE REGGONO IL LAVORO E IL QUINTO FERRO PER LAVORARE
PRIMO GIRO:
PRIMO FERRO: lavoro tutti i punti a diritto fino alterz'ultimo; terz'ultimo e penultimo li lavoro insieme a diritto, ultimo a diritto normalmente
SECONDO FERRO: lavoro tutti i punti a diritto
TERZO FERRO: lavoro tutti i punti a diritto
QUARTO FERRO: primo punto a diritto, passo secondo e terzo punto li lavoro insieme a diritto ritorto (vedi video!), lavoro i punti restanti tutti a diritto
SECONDO GIRO:
lavoro tutti i punti di tutti i ferri a diritto
RIPETO IL PRIMO E IL SECODNO GIRO FINO AD OTTENERE NUOVAMENTE 12 MAGLIE SU TUTTI I FERRI.

FORMA DEL PIEDE:
AVRO' NUOVAMENTE 12 PUNTI SU CIASCUNO DEI 4 FERRI. 
Lavoro in tondo sempre a diritto per tutta la lunghezza desiderata, calcolando di togliere alla lunghezza del piede 4 cm.
I 4 cm restanti saranno lavorati per la chiusura della punta del piede.
PUNTA DEL PIEDE:
PRIMO GIRO
PRIMO FERRO: lavoro tutti i punti a diritto fino alterz'ultimo; terz'ultimo e penultimo li lavoro insieme a diritto, ultimo a diritto normalmente
SECONDO FERRO: primo punto a diritto, passo secondo e terzo punto li lavoro insieme a diritto ritorto (vedi video!), lavoro i punti restanti tutti a diritto
TERZO FERRO: lavoro tutti i punti a diritto fino alterz'ultimo; terz'ultimo e penultimo li lavoro insieme a diritto, ultimo a diritto normalmente
QUARTO FERRO: primo punto a diritto, passo secondo e terzo punto li lavoro insieme a diritto ritorto (vedi video!), lavoro i punti restanti tutti a diritto
SECONDO GIRO:
Lavoro tutti i punti di tutti i ferri a diritto
RIPETO IL PRIMO E IL SECONDO GIRO FINCHE NON MI RIMANGONO 6 MAGLIE SU OGNI FERRO.

CHIUSURA CALZA:
lavoro le prime 6 meglie del primo ferro direttamente sull'ultimo ferro (4 ferro)
Trasferisco anche le 6 maglie del secondo ferro sul terzo 
Mi resteranno quindi 2 ferri con 12 maglie ciascuno.
Metto i ferri paralleli, in modo che il ferro con il filo del lavoro stia dietro e con il filo sulla punta destra (vedi VIDEO!!!)
Taglio il filo del lavoro lasciando una una lunga coda che infilerò con l'ago da lana.
*Inserisco l'ago nella prima maglia del ferro davanti come se eseguissi un dritto e lascio cadere il punto.
Inserisco l'ago nella seconda maglia del ferro davanti come se eseguissi un rovescio e lascio la maglia SUL FERRO.
Inserisco l'ago nella prima maglia del ferro dietro come se stessi eseguendo un rovescio e faccio cadere la maglia.
Inserisco l'ago nella seconda maglia del ferro dietro come se stessi eseguendo un diritto e lascio la maglia sul ferro.*
Esegui da * a * per tutti i punti, fino ad esaurimento delle maglie.
Chiudo all'interno il filo con un nodino.

Calzini a coste facili

Materiali
  • Filatura di Crosa Maxime Print, 80% superwash merino e 20% soft polyammide, 2 gom da 50 g.
  • Un gioco di 4 ferri da 2,5 mm.
  • Forbici e ago da lana a punta tonda.
Taglie
  • Small = Scarpe n. 36-38.
  • Large = Scarpe n. 39-41.
Le istruzioni sono fornite per la taglia piccola, le cifre successive tra parentesi sono per la taglia grande.
Misure: Circonferenza del piede (misurata appena sotto la base delle dita) 18 (21) cm, lunghezza del piede (tallone incluso) 22 (25) cm.
Tensione: 37 m = 10 cm a m ras in tondo (dopo il bloccaggio)
Istruzioni
Avvia con un metodo elastico ma resistente 64 (72) m. Distribuisci queste maglie su 3 ferri: 20-24-20 (24-24-24) m su ciascun ferro.
Per la gamba lavora: 1 dir, * 2 rov, 2 dir * fino alle ultime 3 m, 2 rov, 1 dir su tutti i ferri.
Lavora questo giro finché la gamba non è lunga 16 cm.
Prosegui per altri 2 cm lavorando le maglie sui ferri 1 e 3 a m ras (tutte le maglie di tutti i giri a dir) proseguendo la lavorazione a coste come impostata sul ferro 2.
Tallone olandese con tassello
Preparati a lavorare il tassello del tallone. Il tassello è lavorato a ferri di andata e ritorno con un facile motivo a maglie passate che lo rende più robusto.
Lavora a dir 16 (18) m del ferro 1, sposta le 4 (6) maglie rimaste dal ferro 1 al ferro 2 e gira il lavoro.
Passa la prima m prendendola a rov, rov fino alla fine del ferro. Con lo stesso ferro, lavora a rov 16 (18) dal ferro 3.
Distribuisci le restanti 32 (36) , equamente su due ferri e lasciale in attesa, formeranno la tomaia del calzino. Continua la lavorazione sulle 32 (36) m appena lavorate in ferri di adanta e ritorno come segue:
  • Ferro 1: * passa 1 m prendendola a dir, 1 dir * ripeti da * a * fino alla fine.
  • Ferro 2: passa 1 m prendendola a rov, rov fino alla fine.
Ripeti i ferri 1 e 2 per 14 (15) volte. Lavora il ferro 1 ancora una volta.
Preparati per la lavorazione del tallone olandese: passa la prima m prendendola a rov, lavora 19 (20) m a rov, 2 rov ass., gira senza completare il ferro.
  • Ferro 3: passa la prima m a dir, 8 (10) dir, ppl (o acc), gira.
  • Ferro 4: passa la prima m a dir, 8 (10) rov. 2 rov ass, gira.
A ogni ferro di questa lavorazione eseguirai una diminuzione che “mangerà” una delle maglie laterali. prosegui finché non ti restano esattamente 10 (12) m, terminerai la lavorazione con un ferro lavorato a dir. A questo punto potrai notare che il tallone avrà assunto una forma a “cucchiaio”.
Gherone
Riprendi a lavorare in tondo.
Con lo stesso ferro che porta le maglie del tallone riprendi 17 (18) m dal lato del tassello, quindi lavora 1 m a dir dal ferro successivo (che trattiene le maglie della tomaia).
Con un muovo ferro, lavora tutte le maglie della tomaia mantenendo il motivo a coste sulle 24 maglie centrali, quindi ripassa l’ultima maglia sul ferro sinistro.
Con questo ferro, che porta l’ultima maglia del ferro precedente, riprendi 17 (18) m dal lato del tassello e, infine, lavora a dir 5 (6) m del tallone.
ora hai 76 (84) m; Il giro comincia dal centro del tallone (e della soletta); le maglie sono distribuite come segue: 23 (25) , sui ferri 1 e 3, 30 (34) m sul ferro 2.
Lavora un giro senza sagomature.
Giro di diminuzione: ferro 1: dir fino alle ultime 3 m, 2 dir ass, 1 dir; ferro 2: lavora tutte le m come si presentano (mantenendo le 24 m centrali a coste); ferro 3: 1 dir, ppl (o acc), dir fino alla fine.
Alterna 1 giro sena diminuzioni a 1 giro di diminuzione per 5 (6) volte. Ti resteranno 66 (72) sts.
Distribuisci le maglie spostando le prime e le ultime 3 (5) m dal ferro 2 ai ferri adiacenti. Per la taglia S avrai 21 , sui ferri 1 e 3 e 24 m sul ferro 2, per la taglia L tutti i ferri porteranno 24 m.
Piede
Continua a lavorare in tondo come segue: Ferri 1 e 3: tutte le m a dir, ferro 2: 1 dir, * 2 rov, 2 dir * fino alle ultime 3 m, 2 rov, 1 dir.
Continua a lavorare come indicato finché il piede non è lungo 16 (18) cm, incluso il tallone. Per la sola taglia s sposta 1 m da ogni estremità del ferro 2 sui ferri adiacenti (22 m su ogni ferro). Lavora a m ras per circa 2 cm o finché il calzino non è lungo fino alla punta del quarto dito.
Punta
Fir di diminuzioni per la punta: 1 dir, ppl (o acc), dir fino alle ultime 3 m, 2 dir ass, 1 dir, ripeti su ciascun ferro.
Lavora il giro di diminuzione una volta ogni 3 per 3 (4) volte, quindi lavoralo a giri alternati per 4 volte, termina lavorando il solo giro di diminuzione per 2 volte, finché non ti restano esattamente 12 m.
Nel giro successivo, lavora 2 dir ass per tutto il giro. Ti restano 6 m.
Finitura
Spezza il filo, inserisci la coda su un ferro da lana e fallo passare tra tutte le maglie ancora sui ferri per 2 volte. Rimuovi i ferri e tira forte per chiudere l’apertura, esattamente come potresti fare per un cappellino. Intessi le code del filato sul retro del calzino.
Lavora 2 calzini identici.
Lava la nuove calze in acqua appena tiepida con un detergente delicato e quindi falle asciugare su un asciugamani pulito o su un paio di bloccalcazini.
I filati da calze non si infeltriscono facilmente e non fanno prillini; possono essere lavati a macchina con il ciclo delicato.